Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Cliccando sul tasto [OK], oppure proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso

YouTube Heroes: tra dubbi e perplessità

Stampa
Categoria: Video e Musica
Scritto da Guide informatica
Condividi

Comprare-views-per-YouTube YouTube Heroes è il programma di moderazione proposto dalla piattaforma dedicata all’upload di video, per contrastare contenuti offensivi e contrari alle regole del social network.

Tra polemiche e perplessità espresse dai più noti youtuber italiani e non, il programma è stato attivato ed è possibile essere selezionati per diventare un Hero di YouTube compilando un apposito form. Vista la popolarità di YouTube e l’impossibilità materiale di controllare ogni singolo contenuto caricato, il sito ha deciso di correre ai ripari includendo, nell’armata dei moderatori, gli utenti stessi.

YouTube Heroes prevede una sorta di ricompensazione basata su un sistema di punteggio che dà la possibilità di avere accesso a workshop, funzioni ad accesso anticipato e all’Heroes Summit.

YouTube Heroes: chi sono gli eroi di YouTube?

Il programma YouTube Heroes è aperto a tutti coloro in possesso di un profilo e di un canale YouTube, a patto che siano attivi e che non abbiano strike né problemi di alcun tipo. I cosiddetti eroi di YouTube sono utenti che intervengono all’interno della community in qualità di moderatori. Tra le loro mansioni principali:

  • La moderazione dei commenti e l’eventuale segnalazione di messaggi non appropriati né consoni al regolamento di YouTube;
  • L’aggiunta di sottotitoli nei video che ne sono sprovvisti;
  • Il supporto e la condivisione di informazioni sui forum ufficiali di supporto.

Il programma YouTube Heroes prevede l’assegnazione di riconoscimenti e punteggi ai paladini della giustizia virtuali assoldati dalla piattaforma, suddivisi in cinque livelli:

1.       Livello 1: 0-9 punti. Ingresso nella community di YouTube Heroes.

2.       Livello 2: 10-99 punti. Eventi, workshop, masterclass ed Hangouts esclusivi per gli Heroes.

3.       Livello 3: 100-399 punti. Moderazione della comunità di YouTube Heroes e flag per video non idonei alle linee guida di YouTube.

4.       Livello 4: 400-999 punti. Anteprime delle novità di YouTube e comunicazione diretta con lo staff della piattaforma.

5.       Livello 5: 1000+ punti. Test delle novità di YouTube e possibilità di partecipare agli Heroes Summit.

I punti vengono assegnati agli utenti che partecipano attivamente al programma segnalando video o commenti inappropriati, aggiungendo didascalie e sottotitoli ai video e offrendo supporto sul forum di assistenza di YouTube, rispondendo alle domande degli utenti.

I Timori degli YouTuber

Molti youtuber italiani e internazionali hanno espresso delle enormi perplessità nei confronti di questo nuovo programma di moderazione lanciato dalla piattaforma video di Big G. Tra haters e troll, il timore principale dei creatori di contenuti è quello di trovarsi ad avere a che fare con innumerevoli ingiustizie nei propri confronti: e se a diventare un eroe di YouTube fosse un utente iscrittosi al programma solamente per andare a colpire negativamente l’operato di uno youtuber?  La possibilità di riportare e flaggare i video come non idonei, essendo lasciata alla discrezione del moderatore che assume, dunque, pieno controllo della piattaforma in qualità di giudice, è una responsabilità che qualcuno potrebbe sottovalutare e sfruttare a proprio piacere.

Agli youtuber non è piaciuto neppure il fatto che gli eroi di YouTube possano avere un contatto diretto con lo staff della piattaforma quando, per i canali, inclusi quelli particolarmente seguiti e attivi, risulta essere praticamente impossibile. Perché dare una simile, bella opportunità a dei moderatori e non a chi crea i contenuti che mantengono in vita la piattaforma? 

Infine, il fatto che a moderare i commenti sotto ai video siano degli sconosciuti random, quando da un sacco di tempo la community internazionale di YouTube richiede la possibilità di nominare personalmente dei moderatori, non va giù ai creatori di contenuti.

Nei confronti di certi timori, lo staff di YouTube non si è espresso in maniera chiara. I dubbi e le perplessità nei confronti di un programma come YouTube Heroes, al quale è possibile iscriversi compilando un semplice form, continuano a pervadere le community di tutti i Paesi colpiti direttamente dagli Eroi.

L’alternativa a YouTube Heroes: esiste?

Un’alternativa proposta a gran voce dagli youtuber di tutto il mondo è semplice e molto interessante: se dare la possibilità a chiunque di divenire moderatore di una piattaforma così grande e così soggetta al fenomeno del dissing è un’azione un po’ troppo azzardata, perché non assumere dei moderatori a pagamento, che siano super partes e stipendiati per far rispettare agli utenti le regole di YouTube?

Anche a riguardo, lo staff del portale non si è minimamente pronunciato.

Difendersi da haters e troll: come fare

Probabilmente, il modo migliore per sopravvivere agli interventi degli eroi di YouTube, è saper gestire il più possibile e in totale autonomia il proprio canale. Arginare gli haters è un problema solitamente troppo sopravvalutato o troppo sottovalutato da chi gestisce un canale YouTube: se da un lato ignorare commenti dispregiativi e offensivi può essere una soluzione facile da adottare, dall’altro è importante garantire agli utenti un ambiente che sia piacevole da vivere e che invogli alla partecipazione.

Il modo migliore per gestire il più possibile autonomamente la presenza fastidiosa di haters e troll di YouTube, è non cadere nelle loro provocazioni: passare dalla ragione al torto è fin troppo facile e, in una piattaforma così animata e abitata come YouTube, si fa presto a trovarsi con l’ago della bilancia completamente sbilanciato dalla parte del troll.

Richiedere l’aiuto di qualche amico che intervenga come moderatore, avendo accesso al canale stesso, e che elimini ogni singolo commento volgare e/o contrario al regolamento di YouTube, potrebbe essere una tattica intelligente e pacifica per scampare all’eventualità che tra gli Heroes si celino degli hater, iscrittisi al programma solamente per far male a un canale. Tenendo il proprio profilo e i propri video puliti da commenti offensivi, volgari, che incentivano al cyberbullismo o alla violenza, sarà possibile coprirsi le spalle in maniera preventiva da qualsiasi eventuale problema e intervento da parte degli eroi di YouTube.

YouTube, infatti, pur non avendo dato una risposta chiara alle perplessità degli youtuber, ha promesso un controllo rigido dei moderatori e degli Heroes del programma di moderazione lanciato e l’eventuale punizione di qualsiasi sopruso o abuso di potere commesso da chi dovrebbe concorrere a rendere YouTube un social migliore. Sarà veramente così?

 

Condividi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Design by Arteweb